COME DEGUSTARE

GUIDA ALLA DEGUSTAZIONE

” Questo Cibo è da sempre considerato degno di un re , Perché non solo raro e costoso ma anche perchè ha nella sua essenza qualcosa di arcano e misterioso , Qualcosa che si impara ad apprezzare solo quando lui vuole ” [da Il Rosso e il Nero di Rory Buonassisi ; Rizzoli 1985 ] .
come degustare 1

COME DEGUSTARE

Tagliate la bottarga a fettine sottile, dopodiché posizionate la fettina sul dorso della mano di tra il pollice e l’ indice per verificare l’oleosità e il colore del prodotto; prima di degustarlo rimuovere la pellicina che sarebbe nient’altro che una pellicola di sale che si crea fisiologicamente nel processo di essiccazione.

CON COSA ABBINARLO

Ecco alcuni modi per assaporare e valorizzare al meglio la bottarga:

  • tagliata a fettine sottili accompagnata da un distillato come la sambuca o un whisky al malto dalle note affumicate
  • Con le mandorle tostate o pinoli tostati .
  • Su una fetta di pane tostato imburrato per bene
  • Mangiata con uovo sodo cotto 5 minuti o grattugiata sopra a delle uova strapazzate
  • Accompagnata con cicoria ripassata in padella o altre verdure verdi come la rughetta o carciofi
  • Accompagnata con scorza di limone ed erba cipollina tritata . Con una patata al forno , leggermente imburrata e un pizzico di fior di sale e pepe verde.
come degustare bottarga 2
con cosa bere

CON COSA BERE

Alcuni consigli per accompagnare al meglio la bottarga

 

Vino

Sauvignon Blancs dalla valle di Loire o un vino secco con buona acidita sono raccomandati. La Vernaccia di Oristano, oppure dei vini bianchi dal gusto morbido come il Vermentino e se si vuole optare per un accostamento più raffinato, un vino spumante brut e per gli amanti dei vini stranieri, uno Sherry secco.

 

Champagne

Preferibile una varietà con un altà percentuale di pinot noir.

 

Whiskey

Raccomandiamo un malto singolo o un whiskey dal gusto affumicato, per catturare ogni singola nota della bottarga

 

Distillati

Grappa o distillati come la Sambuca sono l’accostamento perfetto per assaporare il note saline e oleose della bottarga.